La mia foto
Classe 1984. Di terra Siciliana, da poco riapprodata a Catania, dopo 8 anni vissuti tra Napoli e la Città Eterna., Ho la passione per le spezie e la lettura. Mamma Twins, ancora innamorata del loro papà. Non troverete solo piatti esclusivi e note pietanze ma anche riflessioni personali, rese libere di esprimersi.

martedì 18 luglio 2017

La granita: uno stile di vita.


La granita.
La granita non è un dolce siciliano, per noi catanesi è uno stile di vita inciso nel cuore.
Dopo anni vissuti lontano tra Napoli e Roma questa, del 2017, è la prima estate in cui la posso gustare senza che il mio palato ne soffra l'assenza oltre isola. 
Da noi la degustazione di questo prodotto è una prassi tipica del mattino, a colazione, anche se c'è chi a volte la sostituisce alla propria cena nelle torride sere estive.
Quasi ogni mattina mi basta andare in un qualsiasi bar del mio paese e mangiarne una, accompagnata dall'immancabile "brioche col tuppo", ma ovviamente quella in foto è quella del bar che prediligo, ha un prezzo imbarazzante, veramente irrisorio e una bontà senza eguali in zona. Per me è consueta abitudine, fin dai miei più reconditi ricordi di infanzia, richiedere il ciuffo di panna che vedete triofante in foto, per me è imprescindibile, molti la omettono.

L'ultima volta che l ho assaporata ho riflettuto sulle trame che la vita ama tessere.
Io che non avrei mai più pensato di poter fare colazione con questo dolce, adesso quasi non la bramo più, perchè è di nuovo nella mia routine poterla gustare quando voglio.
La vita è così. 
Nulla accade per caso, anche il dolore più grande riserva una motivazione plausibile.
Quando soffriamo, non abbiamo la lucidità e la forza di ammetterlo, nè di accettarlo, ma la natura, il destino hanno dei propri progetti imprenscidibili, a cui nessuno di noi può opporsi.
Spesso le spiegazioni a determinati e dolorosi eventi si manifestano dopo mesi, anni, ma voglio credere che prima o poi arrivino e ci diano il conforto dovuto per poter chiudere in un cassetto i momenti di infinita tristezza e inconsolabile sofferenza patita.

Spero di non sbagliarmi e attendo la mia di rassegnazione per ciò che ho vissuto in prima persona, sulla mia pelle, io che pensavo di essere immune a certi immensi dispiaceri, ma la vita, quella beffarda, ha bussato alla mia porta, alla nostra, e ha interrotto un bellissimo sogno il cui cuoricino ha pulsato per pochi mesi.
Attendo.

18 commenti:

  1. non ci sono parole per commentare il dolore che hai vissuto spero solo che col tempo la sofferenza si attenui :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì cara, lo spero tanto anch'io!
      Con tu me stessa tiro avanti..

      Elimina
  2. Io non sono brava con le parole, quindi ti abbraccio forte anche se ti leggo da così poco. Un abbraccio spesso vale più di mille parole, o almeno io ci credo. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Persefone, mi fa tanto bene in questo momento!

      Elimina
  3. Alle volte scrivere è liberatorio, ma non sempre poi vengono postate, o almeno io non lo faccio.... Hai un grande coraggio e un grande cuore! Ti conosco da pochissimo ma ora vorrei semplicemente abbracciarti come si fa con un amica da una vita! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, prima di scrivere tutto ciò alla fine di questo modesto post ci ho riflettuto a lungo, ma il mio blog è anche un diario e sentivo di nascondermi senza motivo.
      La vostra vicinanza sarà di grande aiuto!
      Grazie di cuore

      Elimina
  4. Annalisa, non ho parole, solo voglia di abbracciarti forte

    RispondiElimina
  5. La vita a volte da delle batoste siamo sinceri ma sono certo ti porterà anche delle grandi gioie in futuro, anche una granita un abitudine può aiutare a riflettere e fare vedere le cose della vita da più punti di vista, un caro abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gunther e benvenuto.
      È vero, è talmente beffarda la vita che le batoste che ci lancia arrivano sempre a ciel sereno e inaspettatamante.
      Pensi sempre che il peggio accada agli altri, poi quando lo vivi sulla tua propria pelle lo reputi inamisibile.
      Grazie per l abbraccio!

      Elimina
  6. Ciao Annalisa, passo per venirti a trovare e leggo questa brutta notizia. Mi dispiace tanto, cerca di essere fiduciosa e di ritrovare il sorriso. Un abbraccio,Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ale, si, ho trovato la forza di accostare l'imbarazzo e rendere pubblico il dolore provato.
      Grazie..Non posso immaginare una vita senZa il sorriso!
      Un bacio

      Elimina
  7. E' la prima volta che passo da te, voglio ringraziarti per essere venuta a trovarmi nel mio angolino e ti lascio un abbraccio stretto, senza dire nulla altro se non che mi dispiace immensamente per quello che hai vissuto. Ti auguro tanta luce e tanto bene, Annalisa, tanto <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, benvenuta. Passi in un momento delicato per me ma come hai visto ho deciso di esternare il dolore patito e grazie anche agli abbracci virtuali come il tuo arriverò prima a godere della luce che mi auguri..
      Grazie e a presto!

      Elimina
  8. Mi hai fatto tornare in mente la vacanza che feci alcuni anni fa proprio a catania e dintorni. Che buone le vostre granite, mi sono rimaste impresse nel cuore

    RispondiElimina
  9. Mi fa piacere rievocare ricordi passati e piacevoli!
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Il segnale del vostro passaggio è cuore pulsante che alimenta l'anima di queste pagine.
Siete tutti benvenuti, grazie di essere costantemente presenti e numerosi!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...