La mia foto
Classe 1984. Di terra Siciliana, da poco riapprodata a Catania, dopo 8 anni vissuti tra Napoli e la Città Eterna., Ho la passione per le spezie e la lettura. Mamma Twins, ancora innamorata del loro papà. Non troverete solo piatti esclusivi e note pietanze ma anche riflessioni personali, rese libere di esprimersi.

mercoledì 26 luglio 2017

I Quattro elementi imprescindibili



..."Di certo era un progetto ambizioso, ma lei era sicura che, grazie alla sua tenacia, sarebbe riuscita a realizzarlo. 
Per raggiungere questo obiettivo, doveva purificare la propria anima, e così si affidava sempre alle quattro forze che sovrintendono al percorso di ogni essere umano: amore, morte, potere e tempo. E' necessario amare giacchè noi siamo amati da Dio. E' necessario essere consapevoli della morte, per comprendere la vita. E' necessario lottare per crescere - ma senza cadere nella trappola del potere ottenuto, perchè è risaputo che esso non vale niente. Infine, è necessario accettare che la nostra anima - seppure eterna - si trovi attualmente imprigionata nella ragnatela del tempo, con le sue opportunità e i suoi limiti. "
cit. "Il vincitore è solo" Paulo Coelho


Oggi pomeriggio c'è un'insolita e piacevole frescura, di quelle che ti portano a godere del silenzio di città di un fine luglio in cui ormai sono tutti in ferie, lontani dalle proprie case.  Un connubio che ti regala l'irrefranbile voglia di aprire il libro che stai leggendo e divorare molte più pagine del solito, perchè i twins fanno il pisolino pomeridiano col papà e non hai intenzione di far altro se non ultimare tale libro, con le gambe ben distese sul divano, per fare il pieno della tanto bramata aria fresca, che fiera sorpassa l'apertura delle porte del balconcino esterno alla casa.
Questo testo, al contrario dell'altro dello stesso autore citato in post recenti, mi ha rapita. Devo ancora raggiungere pagina 445, l'ultima, ma sono soddisfatta della mia decisione, quella di ridare un'altra possibilità agli scritti di Coelho, nonostante un suo testo mi abbia delusa, in questo ritrovo il mio trasporto per i suoi libri letti anni fa.

Gli elementi sopracitati; amore, morte, potere, tempo  e la relazione tra i quattro mi ha indotto a riflettere, li immagino come i quattro elementi principali degli scatti all'incipit del post; ricordi di un tardo dopo cena in una nostra serata in solitaria, io e il Cavaliere. 
Sono concetti opposti ma imprescindibili, in questo particolare momento della mia vita trovo conforto all'idea di non doverli separare l'uno dall'altro nel vortice della vita, che ci dirige, soddisfatta, come pedine di marmo nei progetti che ha già fatto per noi. 


venerdì 21 luglio 2017

Linguine in crema di pistacchio e uova di ricci di mare. L'amicizia ai tempi del lavoro.


 
Amicizia.
Uno dei valori più preziosi.
Avere un amico nel proprio ambito lavorativo, un bene senza eguali.

Poche settimane prima del trasferimento a Catania, lei mi chiamò. 
Non lavoravo quel pomeriggio, ricordo benissimo di essere impegnata con i twins, a casa. 
Richiamai quel numero, non è mia abitudine ricontattare un numero sconosciuto, quella volta lo feci senza esitare. 
Sembrava di aver già parlato altre cinquanta volte con quella voce, mai sentita prima, mi disse che mi aspettava giù per intraprendere il nuovo percorso lavorativo insieme, nell'apertura del nuovo punto vendita, noi, che non sapevamo dell'esistenza l'una dell'altra prima di allore ma che avavamo in comune molto, tutto: Mamma twins come me, oltre che di altri due cuccioli più grandi... Sincere, testarde, dedite al proprio lavoro senza precludere la compromissione del proprio essere, difronte a qualsiasi ostacolo.
Quell'ostacolo assunse presto volto e corpo, ma lo abbiamo arginato, la cattiveria e l'invidia sono armi micidiali che distruggono, uccidono, ma noi respiriamo e viviamo ancora, insieme, con l'intesa di comprendersi solo con uno sguardo, senza proferire parola, durante le ore di lavoro, tra clienti da servire e packinglist da spuntare.
La sicurezza che avremmo vinto, insieme, che le maldicenze inventate, frutto dell'invidia più inaudita e inspiegabile che avessimo mai patito sulla nostra pelle, era già celata nella nostra prima conversazione, ancora ingenuamente ignare di quanto ci sarebbe accaduto nei mesi futuri.
Poco nella vita è un bene prezioso come questo: l'amicizia sul posto di lavoro!



Le linguine degli scatti sono protagoniste assolute di una nostra cena estiva, con altre care colleghe, dai tipici richiami della cucina siciliana gourmet, difronte ai faraglioni della nostra incantevole Acitrezza (Catania) presso il Sicilia's Cafe de Mar

"..Dalla terrazza ammiri un panorama unico al mondo.
Acitrezza è un borgo marinaro senza tempo, un gioiello incastonato nella baia dei Ciclopi tra i Faraglioni e il Castello. Un’oasi naturale incredibile, raccontata nei secoli dai più grandi scrittori.."
cit. Sicilia's Cafe de Mar website 

Un primo che vede protagonisti due elementi per cui la nostra terra gode di grande fama; il pistacchio di Bronte e la polpa dei ricci delle nostro mare. Sapientemente abbinati, per donare alle linguine, di accurata cottura aldente, un raffinato sapore che rilascia un impatto deciso al palato.

martedì 18 luglio 2017

La granita: uno stile di vita.


La granita.
La granita non è un dolce siciliano, per noi catanesi è uno stile di vita inciso nel cuore.
Dopo anni vissuti lontano tra Napoli e Roma questa, del 2017, è la prima estate in cui la posso gustare senza che il mio palato ne soffra l'assenza oltre isola. 
Da noi la degustazione di questo prodotto è una prassi tipica del mattino, a colazione, anche se c'è chi a volte la sostituisce alla propria cena nelle torride sere estive.
Quasi ogni mattina mi basta andare in un qualsiasi bar del mio paese e mangiarne una, accompagnata dall'immancabile "brioche col tuppo", ma ovviamente quella in foto è quella del bar che prediligo, ha un prezzo imbarazzante, veramente irrisorio e una bontà senza eguali in zona. Per me è consueta abitudine, fin dai miei più reconditi ricordi di infanzia, richiedere il ciuffo di panna che vedete triofante in foto, per me è imprescindibile, molti la omettono.

L'ultima volta che l ho assaporata ho riflettuto sulle trame che la vita ama tessere.
Io che non avrei mai più pensato di poter fare colazione con questo dolce, adesso quasi non la bramo più, perchè è di nuovo nella mia routine poterla gustare quando voglio.
La vita è così. 
Nulla accade per caso, anche il dolore più grande riserva una motivazione plausibile.
Quando soffriamo, non abbiamo la lucidità e la forza di ammetterlo, nè di accettarlo, ma la natura, il destino hanno dei propri progetti imprenscidibili, a cui nessuno di noi può opporsi.
Spesso le spiegazioni a determinati e dolorosi eventi si manifestano dopo mesi, anni, ma voglio credere che prima o poi arrivino e ci diano il conforto dovuto per poter chiudere in un cassetto i momenti di infinita tristezza e inconsolabile sofferenza patita.

Spero di non sbagliarmi e attendo la mia di rassegnazione per ciò che ho vissuto in prima persona, sulla mia pelle, io che pensavo di essere immune a certi immensi dispiaceri, ma la vita, quella beffarda, ha bussato alla mia porta, alla nostra, e ha interrotto un bellissimo sogno il cui cuoricino ha pulsato per pochi mesi.
Attendo.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...