La mia foto
Classe 1984. Di terra Siciliana, da poco riapprodata a Catania, dopo 8 anni vissuti tra Napoli e la Città Eterna., Ho la passione per le spezie e la lettura. Mamma Twins, ancora innamorata del loro papà. Non troverete solo piatti esclusivi e note pietanze ma anche riflessioni personali, rese libere di esprimersi.

martedì 16 aprile 2013

Di saluti e piatti tradizionali riadattati

piatto Ecobioshopping, tovaglia Greengate
 
Ho ormai compreso, e cerco sempre più di farmene una ragione, che a certi eventi non si riesce mai a prenderne l'abitudine. Per meglio dire quel genere di abitudine che ti possa dare serenità. Una di queste è il nostro saluto alla stazione. Sono quasi 4 anni che ripetiamo lo stesso rito, senza aver avuto mai il coraggio di modificarne qualcosa, ma immancabilmente quel senso di "strappo al cuore" si ripresenta implacabile, a ricordarti che ancora non hai raggiunto, e forse mai riuscirai, quell'equilibrio che ti permette  poi ti voltare le spalle e rientrare a casa senza una lacrima che ti solchi il viso.
Ci si ripromette sempre di essere forti, che i giorni passati insieme sono stati così intensi da permetterci di fare scorta per i mesi avvenire, in cui saremo di nuovo lontane, che tanto si riprenderà a lavorare e si avrà la mente totalmente occupata da tale impegni che non si avrà del tempo per la nostalgia, che ormai ci siamo fatte "i calli"... Niente; tutto uguale a quella prima volta!
Quindi: buon rientro a casa MAMMA e alla prossima scorpacciata di coccole in full immersion!
 
Quella che condivido con voi è una pietanza tipica della mia città, Catania, di solito si degusta nel periodo delle festività natalizie, ma noi ce la siamo concessa adesso preparandola insieme, io e MAMMA, con delle varianti rispetto all'originale.. l'abbiamo infatti riadattata attenendoci all'attuale location:  ovvero reinterpretandola in versione romana.. sostituendo i broccoli con cavolo romano e bieta.
 
 
 
 
 INGREDIENTI
 
per la pasta
 
500 gr farina di semola
500 gr farina per pizza
15 gr lievito di birra
1/2 cucchiaio di sale
2 cucchiai di olio evo
500 ml di acqua tiepida
 
per il ripieno
 
cavolo romano
bieta
pomodori secchi
formaggio primo sale
soppressata di Calabria (regalo della mia collega..)
cipolla dorata
peperoncino
olio evo
 
 
PREPARAZIONE
 
Come prima operazione bisogna preparare l'impasto da dover far lievitare.
Unire le 2 farine, setacciandole, aggiungere tutti gli altri ingredienti: lievito (diluito in mezzo bicchiere d'acqua tiepida), sale, olio, mentre l'acqua va versata pian piano, man mano che l'impasto l'assorbe. Impastare energicamente, creare così un panetto da riporre in boule e lasciar lievitare per circa 3/4 d'ora.
 




 
Nel contempo preparare il condimento.
Lessare le verdure in 2 pentole separate, la bieta si fa saltare in padella dopo averla ripulita per bene, con poco sale. Il cavolo si fa stufare con un po' di cipolla tagliata finemente. Tagliare il resto degli ingredienti così da averli pronti accanto a se al momento della farcitura.
 
Quando la pasta sarà ben lievitata, vedrete come raddoppierà, si potrà stendere (con l'ausilio delle mani, non servirà il mattarello poiché l'impasto ottenuto è abbastanza elastico) in una teglia precedentemente irrorata d'olio evo.
 
 
Quindi potrete aggiungere tutti gli ingredienti nell'ordine indicato di seguito negli scatti



 
Infine l'intero strato sarà ricoperto da uno finale, steso come quello di base con il semplice ausilio delle dita. I bordi dovranno poi essere sigillati e richiusi per bene così da evitare che la farcia fuoriesca durante la cottura.
P.S.: Di certo vi avanzeranno dei pezzi di pasta che taglierete per richiuderne i bordi: non gettateli via, a giorni dedicherò un post al loro goloso impiego.. seguitemi!


 
Tagliate il centro, come da foto, così da far fuoriuscire il vapore che si creerà all'interno, forate tutta la superficie con i rebbi di una forchetta e infornate a 200° per 1 ora circa.

 
Quando avrete ultimato la cottura togliete la teglia dal forno, spennellatene la superficie con altro olio evo, lasciate riposare ricoprendola con carta alluminio e una tovaglia da tavola, così da mantenerne comunque un piacevole tepore.

 
Solo gustandola apprezzerete il tempo impiegato per la sua realizzazione..
Si mantiene benissimo anche giorni dopo la preparazione!
 
Grazie MAMMA per il lavoro a 4 mani!!!
 
 


 
Ninni che tenta di intrufolarsi nel mise en place ;)
 
 
Con questa preparazione partecipo al contest di "Molino Chiavazza"
 
 

21 commenti:

  1. che delizia questa focaccia... golosissima!!!

    RispondiElimina
  2. che bello rileggerti.. e che bella ricetta!!

    RispondiElimina
  3. deve essere davvero deliziosa e sicuramente fatta con tanto amore!!!
    da oggi ti seguirò appassionata...se ti va passa a trovarmi

    lacucinadiazzurra.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. % Memole
    Grazie!

    % Raffy
    :)

    % Patatina
    ..il piacere è mio a riospitarti come una volta!

    % Azzurra
    Grazie 1000, passo subito da te!

    RispondiElimina
  5. Conosco bene quella sensazione di "strappo al cuore" al momento dei saluti. Pensavo di fraci l'abitudine con il passare degli anni e invece da un po' di tempo a questa parte sembra addirittura peggiorata.
    Il ripieno di questa torta salata è godurioso a dir poco :) Complimenti a te e alla tua mamma. Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  6. oggi più che mai posso capirti ....per qesta prelibatezza i miei complimenti

    RispondiElimina
  7. Ciao cara.. che tenero questo tuo post.. Eh.. l'amore per la propria mamma... so quanto può mancarti.. io ce l'ho vicina.. ma se immagino ad averla lontana.. non so.. mi mancherebbe tantissimo! dai.. pensa a quando rifarete scorta di coccole! Intanto sta ricetta è strepitosa!!!! un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  8. % Federica
    Grazie per il sostegno ;)

    % Veronica
    ..mi capisci anche tu?..grazie!

    % Claudia
    Grazie 1000 cara!!!

    RispondiElimina
  9. Quanto ti capisco!
    Sono stata lontana da casa alcuni anni e ho sempre avuto quella sensazione di..."strappo" che tu dici!
    Quando ho visto la tua ricetta di oggi ho esclamato: WOW! MERAVIGLIOSA!!! :)
    Un bacio grande Annalisa, buona giornata!

    RispondiElimina
  10. congratulazioni tesorella, sei in un club ristretto! questo non è un premio ma un riconoscimento per i miei blog preferiti. tu sei tra questi. da oggi sei ufficialmente Betty approved! (maggiori info qui:http://elisabettapendola.com/2013/04/15/intermezzo-melodrammatico/ )- ti conferisco il fiocco lo puoi appuntare dove ti pare (anche in bagno) ;) ce l'ha anche Imma di DolciAGoGo nella sidebar! : http://elisabettapendola.files.wordpress.com/2013/04/betty1_02.png?w=600

    RispondiElimina
  11. CHe favola Annalisa, adoro queste preparazioni!!!!!

    RispondiElimina
  12. I saluti, purtroppo, sono sempre dolorosi, mentre le ricette della tradizione, sono sempre una garanzia, questa focaccia è golosissima, brava!

    RispondiElimina
  13. Dico solo che mi hai fatto venire una fame bestia :)

    RispondiElimina
  14. ciao mi sono appena iscritta fra i tuoi lettori ...complimenti per il tuo bellissimo blog...se ti va passa a trovarmi baci

    RispondiElimina
  15. % Emanuela
    Certo, se l'ahi vissuto.. lo comprendi benissimo, grazie cara!

    % Betty
    Thank you!

    % Speedy
    Grazie..

    % Giovanna
    W la tradizione!

    % Elenuccia
    ;)

    % Cinzia
    Grazie, passo subito da te

    % Ritroviamoci in cucina
    ;)

    RispondiElimina
  16. Ciaoooo! Il nome del tuo blog mi piace da morire!!! io adoro il piaccante e lo speziato e pure i lievitati salati! Da oggi ti seguo pure io... ciao ciao,
    Chiara

    RispondiElimina
  17. Anche per me è la stessa cosa...ormai vivo fuori casa da 6 anni e ogni volta che vado via è come se il cuore si spezzasse!
    Possiamo riprenderci con questa deliziosa focaccia!

    RispondiElimina
  18. non so perchè ma non eri ancora nell'elenco dei miei blog preferiti!!! (ho un po' trascurato il blog a causa del piccoletto..) Rimediato comunque!!! :-)

    RispondiElimina
  19. % Chiara
    Benvenuta!

    % Angelica
    Solo noi quindi possiamo ben comprenderci!

    % Allora.. bentornata ;)

    RispondiElimina

Il segnale del vostro passaggio è cuore pulsante che alimenta l'anima di queste pagine.
Siete tutti benvenuti, grazie di essere costantemente presenti e numerosi!!!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...